rF F1 1982 LONG BEACH

BRUMM
weeks
0
1
days
0
4
hours
0
7
minutes
5
3
seconds
4
9

EGT 2014/15 Champ Race 4 Indianapolis

BRUMM
weeks
0
0
days
0
5
hours
0
7
minutes
5
3
seconds
4
9

EGT@IROn – Report Gara 3 – Barcelona

Written by Didier Coquillard on . Posted in rfactor 2

Terza gara del EGT Champ 2014-2015 svolta sul difficile e tecnico circuito di Montmelò di Barcellona.

Le sessioni di prova libere eseguite nei giorni precedenti, hanno mostrato distacchi tra i piloti piuttosto contenuti, nonostante le difficoltà del tracciato caratterizzato da lunghi curvoni d’appoggio, curve lente con violente frenate, un lungo rettilineo e una chicane da prima marcia; quindi auto con set up di compromesso.

In qualifica svetta A. Mantovani (Viper n. 15) del team Blue Bolt L4R, con un fantastico 1.43.1, seguito da L. Bracali finalmente a posto con la sua Ferrari n. 3 del team Red Sky. In ogni caso tutti gli altri seguono non molto distanti.

Tra i primi posti spicca l’assenza di M. Borghesani alle prese con problemi di guidabilità della sua Porche n. 77 del team Qdg & Qds.

Alla partenza il più rapido è Bracali, mentre Mantovani non ha un avvio felice ritrovandosi in 3^ posizione dietro alla Ferrari di Consolaro (n. 00 team Coccobrillo) ed insidiato molto da vicino dal suo compagno di team Tufariello (Viper n. 14). A centro gruppo partono bene Carradore (Ferrari n. Team Coccobrillo), Bianco (Porsche n.9 team Cor) e Borghesani; Martina (Porsche n. 74) viceversa, non ha uno spunto felice e perde alcune posizioni. Coquillard transita per ultimo essendo partito direttamente dai box per un errore nel giro di schieramento.

 

 

Nel corso del primo giro Galota (Ferrari n.66) e Badalamenti (Viper n.68) vengono a contatto alla curva Repsol ed entrambi sono costretti a percorrere la via di fuga e a riprendere nelle ultime posizioni; anche Peretti (A.Martin n.555)  nel tentativo di compiere un sorpasso ha un contatto con Naso (Ferrari n. 91) ed è costretto a sfruttare la via di fuga.

Queste sono le posizioni al termine del primo giro: Bracali, Consolaro, Mantovani, Tufariello, Radaelli, La Sala, Vulcano, Martin, Carradore, Sileo, Bianco, Borghesani, Martina, Borgna, Somma, Naso, Rosa, De Rosa, Galota, Coquillard, Peretti, Badalamenti; purtroppo si registra già il primo ritiro, quello di Urbinati vittima di un connetcion lost.

Alla curva Elf al termine del rettilineo principale, Bianco e Borghesani vengono a contatto costringendo il primo nella via di fuga mentre Borghesani, molto correttamente, rimane in attesa dell’avversario per restituirgli la posizione, tutto  ciò costringe entrambi a ripartire in fondo al gruppo. Coquillard nel frattempo, in grande rimonta, supera Galota e si porta in 16^ posizione.

Al terzo giro Bracali ha già un bel vantaggio sugli inseguitori, mentre La Sala (BMW n.10) guadagna la 5^  posizione su Radaelli (BMW n. 77); anche Vulcano (Corvette n.30) rompe gli indugi e alla curva Seat passa Radaelli il quale cercando di recuperare va largo alla curva 9 e deve cedere la posizione anche a Martin e Sileo. A centro gruppo Naso recupera dopo la toccata con Peretti e supera Somma (A.M. n. 19) guadagnando la 13^ posizione.

Al quarto giro Bracali continua nella sua andatura sostenuta tanto da segnare il miglior crono di 1.44.893 di oltre 1 secondo migliore ai più diretti inseguitori; questo fa supporre che il pilota della Ferrari abbia optato per una strategia di gara aggressiva con cambio gomme e rabbocco benzina. Nello stesso giro Mantovani ha un’indecisione nel tentativo di superare Consolaro e perde la propria 3^ posizione a favore di Tufariello e La Sala (BMW n.17). Al 5° giro si registra il secondo ritiro: è la volta di Borghesani arrivato lungo alla Elf ed impossibilitato a continuare la gara visti i danni riportati; fatto importante anch’esso per la classifica generale . “il mio peggior w.e. di gara da quando gareggio online!!” ha poi dichiarato il pilota bresciano al termine della gara.

Prime fasi di gara molto avvincenti, con molti sorpassi e distacchi contenuti; al 6° giro è Tufariello a passare Consolaro alla curva Elf e portarsi in seconda posizione, posizione che perde alla conclusione del giro per un testacoda alla chicane finale. Sempre alla Elf Mantovani supera La Sala all’8° giro portandosi in 4^ posizione e al giro 10 passa anche Consolare e conquista la 2^ posizione. Nel frattempo si registra il ritiro di Rosa con la sua A. Martin n. 7 vittima di un incidente.

Posizioni abbastanza consolidate sino al 15° giro in cui si registra l’ottima progressione di C. Naso risalito sino alla 10^ posizione avendo nel frattempo superato anche W. Martina. Nelle retrovie bella la lotta per la 15^ posizione tra Somma Galota e Coquillard, così come poco più avanti Naso, Martina e Radaelli si scambiano spesso la posizione. Davanti gran lotta tra Tufariello, Consolaro e La Sala.

Giro 18, la svolta: come ampiamente previsto il leader della gara, L. Bracali, si ferma ai box per la sosta. Rientra in pista in 13^ posizione, dimostrando come sia combattuta la gara con distacchi minimi, dietro la Corvette n. 61 di F. Borgna.  Man mano si fermano altri piloti, Naso, De Rosa (ritirato poco dopo: “in uno slancio di orgoglio ho provato a mettermi dietro al secondo, ma le gomme cinesi hanno preso il loro colore originale anche nella barra che indica la loro temperatura. Erano diventate gialle e qualche curva dopo si sono vendicate facendomi andare a finire a muro rompendomi le sospensioni” a poi dichiarato il pilota della Corvette n° 5) e Tufariello.

Al 25° giro queste le posizioni:

Mantovani, Consolaro, La Sala, Vulcano, Martin, Sileo, Bracali, Carradore, Radaelli, Bianco, Peretti, Martina, Tufariello, Coquillard, Naso, Somma , Galota, Badalamenti. Da notare la veloce risalita di Bracali, che con gomme fresche riesce a compiere parecchi sorpassi e recuperare 6 posizioni. Purtroppo c’è da registrare nel frattempo il ritiro di F. Borgna: “Mi stavo divertendo in quanto era tutta la gara che facevamo trenino in 3 o 4 in attesa dell’errore di qualcuno, quando alla chicane mi sono girato, si è spenta l’auto e non c’è più stato verso di rimetterla in moto”.

Al 27° giro si ferma per il suo pit stop anche Mantovani leader della corsa che rientra in 5^ posizione davanti a Somma. La corsa va avanti senza grandi sussulti nelle prime posizioni, mentre a centro gruppo Bracali si produce in una furiosa rimonta che lo costringe a dei veri corpo a corpo con Peretti e  Martina, fino a raggiungere la 6^ posizione provvisoria.

34° e ultimo giro di gara da infarto: La Sala dopo un lungo tallonamento riesce a passare Consolaro guadagnando la testa della gara, ma non è finita in quanto il loro corpo a corpo favorisce il recupero di Vulcano che li seguiva a pochi secondi; con grande freddezza il pilota del team Gemini riesce prima a sopravanzare David alla curva Caixa e poi alla chicane a superare La Sala, involandosi verso una strepitosa vittoria.

 

Questa la classifica finale dopo i 34 giri di un’ora di gara:

Queste le dichiarazioni dei primi classificati, nel dopo gara:

G. Vulcano

“ancora non riesco a credere di aver vinto, sono davvero felice,sapevo di essere veloce perche’ ho provato tanto ma tanto tanto in queste 2 settimane…. Gli ultimi 5 giri ho cercato di contenere Mantovani che spingeva forte e si trovava ormai a 6-7 secondi pero’ noto che, nonostante io abbia alzato il piede, i primi 2 erano ancora vicini a 3 secondi circa, decido di provare ad attaccare ed in effetti e’ andata bene anche perche’ i primi 2 avevano duellato tutta la gara ed erano in evidente crisi gomma/benzina. Voglio ringraziarli perche’ potevano anche cercare di resistere visto che era l’ultimo giro, invece hanno mostrato un bell’esempio esempio di sportività”

D. Consolaro

“Complimenti a Gaetano che fa un ottima gara e si trova nel posto giusto al momento giusto. Io cerco di contenere La Sala in visione campionato ma non c è nulla da fare; inizio l’ultimo giro con neanche 2 litri di benzinaa e arrivo per miracolo…”

A. Mantovani

“Che dire..gran qualifica, partenza da dimenticare. Purtroppo la mia “vipera” consuma troppa benzina, forse la macchina che consuma di più, era impossibile non fermarsi”

RackService: Games, Dedis, Uptime

Written by Didier Coquillard on . Posted in Uncategorized

RackService è un fornitore di servizi di gioco online, tra cui  server di gioco e Voice over IP software di comunicazione.
Una buona rete, però, non è nulla senza hardware di qualità. Le nostre macchine utilizzano solo componenti enterprise di fascia alta. Questo garantisce grande affidabilità ed eccellenti prestazioni di ogni servizio che offriamo.

Fin dall’inizio abbiamo lavorato instancabilmente per offrire una qualità di servizio senza eguali nel nostro settore, non solo nei servizi che offriamo, ma nel supporto che forniamo ad ogni cliente.

La nostra ambizione è quella di andare al di là di ogni aspettativa. RackService è stato costruito da giocatori per i giocatori.

Abbiamo creato la piattaforma ideale per ospitare server di gioco veloci e affidabili. Velocità, sicurezza e affidabilità sono fattori chiave per un server di gioco di successo. Nulla di quanto sopra è importante quanto un buon supporto, cose che noi forniamo.

Offriamo server game già impostati per Live For Speed, Assetto Corsa e Minecraft; compatibilità con migliori giochi/simulatori in circolazione come rFactor 1, rFactor 2. Abbiamo server dedicati in Italia, Francia e Canada.

Per maggiori informazione e visualizzare le offerte pensate per te clicca sul link seguente: http://billing.rackservice.org/aff.php?aff=004

RackService is a provider in online gaming services including game servers, and voice over IP communication software.
A good network, though, is nothing without quality hardware. Our machines use only high end enterprise components. This ensures great reliability and performance of every service we offer.

Since the beginning we have worked tirelessly to provide a quality of service unmatched in our industry, not only in the services we offer but in the support we provide to each and every customer.

Our ambition is to go beyond every expectation. RackService was built for gamers by gamers.

We have created the ultimate platform for hosting fast and reliable game servers. Fast, smooth and reability are key factors for a successful game server. Nothing of the above is as important as a good support, things which we provide.

We offer game server already set up for Live For Speed​​, Assetto Corsa and Minecraft; compatibility with the best games/simulators in circulation as rFactor 1, rFactor 2. We have dedicated servers in Italy, France and Canada.

For more information and see deals designed for you click the following link: http://billing.rackservice.org/aff.php?aff=004